Viaggio in Austria - Le città e regioni più belle
Viaggio in Austria - Le città e regioni più belle

Mozart a Salisburgo

Vienna Tutte le regioni dell'Austria Società austriaca Gli austriaci Letteratura austriaca Cultura austiaca Musica Storia dell'Austria
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Consiglia questa pagina a un amico
Condividere su Facebook Condividere su Twitter Consiglia questa pagina a un amico


Wolfgang Amadeus Mozart, all'età di 21 anni
Wolfgang Amadeus Mozart, all'età di 21 anni, quando abitava ancora a Salisburgo.
Pittore sconosciuto

Mozart non amava Salisburgo:

Wolfgang Amadeus Mozart è nato il 27 gennaio 1756 a Salisburgo che, all'epoca, era governata dagli arcivescovi che detenevano non solo il potere spirituale, ma anche quello temporale nella città e nella regione circostante. Da una parte Mozart amava la bellezza della sua città natale, dall'altra odiava la vita sociale a Salisburgo e la prepotenza e l'arroganza dell'arcivescovo. Le autorità ecclesiastiche bloccavano lo sviluppo della vita musicale che, secondo loro, doveva limitarsi alla musica sacra. Inoltre pagavano poco anche i musicisti più bravi, come p.e. il padre di Mozart. Salisburgo fu, per Mozart, un Bettelort (luogo per mendicare) dove si sentiva sprecato. Mettere in scena a Salisburgo un'opera lirica era impossibile. Così, il trasferimento a Vienna (nel 1781, quando aveva 25 anni) fu per lui una liberazione. Solo molto dopo la sua morte Salisburgo capì quale dono prezioso rappresentava il genio musicale di Mozart per la città.

La casa natale di Mozart (Mozarts Geburtshaus):

La casa natale di Mozart nella Getreidegasse
La casa natale di Mozart nella Getreidegasse
foto:
Adrian Pingstone
Un vero e proprio luogo di pellegrinaggio per tutti gli appassionati di musica è la Casa natale di Mozart (Mozarts Geburtshaus) nella Getreidegasse. Qui passano fino a 5.000 visitatori al giorno.

Subito dopo il loro matrimonio nel 1747, i genitori di Wolfgang Amadeus Mozart affittarono un appartamento al terzo piano di questo palazzo dove, il 27 gennaio 1756, nacque Wolfgang, il loro settimo figlio, di cui solo due, Wolfgang e la sorella Nannerl, superarono i primi mesi di vita. Ma la casa risultò presto troppo stretta per la famiglia e così, nel 1773 (quando Wolfgang aveva 17 anni), dopo il terzo viaggio a Vienna con il padre (ormai vice-direttore dell'orchestra della corte vescovile), i Mozart traslocarono nella nuova casa nella Markartplatz n.8 (vedi il paragrafo sotto: L'abitazione dei Mozart).

Nel 1880 il palazzo nella Getreidegasse è diventato museo, dove oggi si possono vedere documenti e quadri che riguardano i rapporti sociali dei Mozart con altre famiglie della città, pezzi originali di arredamento, come p.e. la cucina con relativi utensili, ma soprattutto strumenti musicali originali di Mozart e del padre, lettere e ritratti dei familiari e di altri personaggi importanti della Salisburgo dell'epoca. Ci sono anche delle mostre temporanee riguardanti il musicista, che di volta in volta vengono allestite nel palazzo.

Con la Salzburg Card entri gratuitamente nella casa natale di Mozart ed eviti di fare le code all'entrata.

L'abitazione dei Mozart (Mozarts Wohnhaus):

L'abitazione di Mozart
La casa della famiglia Mozart (dopo il 1773)
foto:
George McFinnigan
In questa casa sulla Makartplatz, sulla riva destra del fiume Salzach, Wolfgang Amadeus Mozart abitò, insieme ai suoi genitori e sua sorella, dal 1773 al 1780. Qui Mozart compose il "Re pastore" K. 208, iniziò "La Finta giardiniera" K. 196 e l’"Idomeneo" K. 366. Nel 1780, dopo la rottura definitiva con l'arcivescovo di Salisburgo si trasferì a Vienna. Suo padre Leopold vi abitò invece fino alla morte, nel 1787.

Il 16 ottobre del 1944, durante la seconda guerra mondiale, la casa fu colpita da una bomba aerea che ne distrusse due terzi. Ma tra il 1994 e il 1996, è stata fedelmente ricostruita come prima. Dell'edificio storico è rimasta solo la "Sala del maestro di ballo", dove i Mozart tennero dei piccoli concerti.

Con la Salzburg Card entri gratuitamente nell'abitazione di Mozart ed eviti di fare le code all'entrata.

Informazioni utili per i visitatori:

La casa natale di Mozart: La casa di abitazione di Mozart:

La casa natale di Mozart (Geburtshaus) e la sua casa di abitazione (Wohnhaus) distano solo 5 minuti a piedi:

La casa natale di Mozart e la sua casa casa di abitazione
Cliccate sulla cartina per ingrandire

Dove soggiornare a Salisburgo?

Hotel e B&B a Salisburgo
Appartamenti a Salisburgo

Hotel e B&B a Salisburgo
Appartamenti a Salisburgo

Altre prenotazioni:

Voli in Austria
Noleggio auto in Austria

Il Mozarteum:

La grande sala del Mozarteum
La grande sala del Mozarteum, può ospitare fino a 800 persone
foto:
Andreas Praefcke
Il Mozarteum è nato nel 1841 come una scuola di musica, nel 1970 è diventata Universität Mozarteum Salzburg. La Stiftung Mozarteum (Fondazione Mozarteum) invece gestisce i due luoghi commemorativi della Casa natale di Mozart e l'abitazione dei Mozart (vedi sopra). La grande sala della Stiftung Mozarteum (vedi la foto sopra) è oggi il più importante centro musicale di Salisburgo, per tutto l'anno si tengono qui dei concerti. Essa ospita anche il Festival di Salisburgo (tutti gli anni in estate) che è considerato uno degli eventi musicali più importanti in Europa.

La Piazza Mozart (Mozartplatz) e il monumento a Mozart:

La statua di Mozart nella Mozartplatz
La statua di Mozart nella Mozartplatz
foto:
Daniele Brina
Nel 1842, quando il monumento a Mozart, alla presenza dei suoi due figli, fu inaugurato in questa piazza, il grande musicista di Salisburgo era già conosciuto e amato dagli appassionati di musica, ma per gli abitanti di Salisburgo era un nome quasi sconosciuto e non tutti erano d'accordo con l'erezione di questa statua al posto della fontana che c'era prima. Mozart non era ancora il genio musicale popolare in tutto il mondo.

La statua fusa in bronzo dallo scultore Johann Stiglmaier non ha, in realtà, molta assomiglianza con la figura reale di Mozart. Ma in quel periodo la riproduzione realistica di un personaggio storico non era ancora una caratteristica importante di ritratti, busti o di statue. All'inaugurazione del monumento, la piazza, che prima si chiamava Piazza San Michele, è stata rinominata Piazza Mozart. Al civico 8 della piazza, dove abitava la vedova di Mozart morta poco prima della erezione del monumento, si trova oggi una lapide commemorativa.

Il Mozartsteg:

Il Mozartsteg, il ponte pedonale che attraversa il fiume Salzach
Il Mozartsteg, il ponte pedonale che attraversa il fiume Salzach
foto:
Eweht
Questo ponte (solo per pedoni) che collega le due sponde del fiume Salzach fu inaugurato nel 1903. Fino al 1921 si doveva pagare una "Maut", cioè un pedaggio, per attraversarla. La casetta per il pagamento del pedaggio (sulla riva sinistra del fiume) esiste ancora, oggi c'è una piccola bottega. Il ponte che è stato restaurato nel 1992/93 è un monumento nazionale.

Mozart ovunque...

Il "Café Mozart" nella Getreidegasse
Il "Café Mozart" nella Getreidegasse
foto:
Luckyprof
Mozart è onnipresente a Salisburgo, la presenza del famoso volto in quasi tutte le vetrine del centro è, delle volte, anche un po' esagerata. Ci sono l'Hotel Mozart e l'Hotel Amadeus, ci sono caffè e ristoranti che portano il suo nome. Per non parlare dei negozi di souvenir che offrono immagini e figurine del famoso compositore in tutte le misure. Non esiste gadget che non sia collegato a lui. Mozart è il miglior testimonial per pubblicizzare qualsiasi tipo di prodotto, dal sapone al reggiseno, dalla crema antirughe ai servizi bancari. Purtroppo Mozart non può far valere i diritti sul suo nome...
La Salzburg Card
La Salzburg Card (disponibile per 1, 2 o 3 giorni) comprende l'ingresso gratuito a tutti i musei della città e ti permette l'utilizzo illimitato dei trasporti pubblici, anche della funicolare per la fortezza Hohensalzburg e della funivia del monte Untersberg. Inoltre, puoi salire a bordo della barca panoramica sul fiume Salzach. In più sconti e vantaggi per concerti, teatri ed escursioni fuori Salisburgo.

Argomenti correlati:

Altre pagine su Salisburgo:

Salisburgo è una tappa di due affascinanti itinerari:

Vedi anche:

Salisburgo - prenotare biglietti online:


Prenotare altri biglietti per:

Mozart da leggere, ascoltare e vedere:

Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti    Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti    Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti    Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti    Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti
Biografie di Mozart,
saggi, spartiti e libretti
Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti    Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti
Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti    Biografie di Mozart, saggi, spartiti e libretti
Biografie di Mozart,
saggi, spartiti e libretti
La musica di Mozart - CD e Vinili    La musica di Mozart - CD e Vinili    La musica di Mozart - CD e Vinili    La musica di Mozart - CD e Vinili
La musica di Mozart -
CD e Vinili
La musica di Mozart - CD e Vinili    La musica di Mozart - CD e Vinili
La musica di Mozart - CD e Vinili    La musica di Mozart - CD e Vinili
La musica di Mozart -
CD e Vinili
La musica di Mozart - DVD e Blu-ray    La musica di Mozart - DVD e Blu-ray    La musica di Mozart - DVD e Blu-ray    La musica di Mozart - DVD e Blu-ray
La musica di Mozart -
DVD e Blu-ray
La musica di Mozart - DVD e Blu-ray    La musica di Mozart - DVD e Blu-ray
La musica di Mozart - DVD e Blu-ray    La musica di Mozart - DVD e Blu-ray
La musica di Mozart -
DVD e Blu-ray

Potrebbero interessarti anche:

Guide dell'Austria
Guide
Austria
Guide di Vienna
Guide
Vienna
Carte stradali dell'Austria
Carte stradali
Austria
Carte escursionistiche dell'Austria
Carte escursioni
Austria
La geografia dell'Austria
Geografia
del
l'Austria
Pedaggi autostradali in Austria
Pedaggi
autostradali
in Austria
Targhe automobilistiche dell'Austria
Targhe
automobilistiche
dell'Austria
Nomi geografici: tedesco -italiano
Nomi
geografici
ted-ita

Scrivi un commento...
Finora non ci sono commenti

© 2022 Wolfgang Pruscha

Contatto - copyright - privacy