Viaggio in Austria - le città e regioni più belle

Vienna dipinta da Bernardo Bellotto

Il pittore italiano Bernardo Bellotto trascorse 3 anni a Vienna, dal 1758 al 1761, e dipinse varie vedute della città che si vedono qui.
Bernardo Bellotto
Autoritratto di Bernardo Bellotto (1765)
nei vestiti di un nobile veneziano

Le vedute di Vienna di Bernardo Bellotto:

Bernardo Bellotto, nipote del famoso Antonio Canal, detto Canaletto, nacque nel 1722 a Venezia. Nel 1738 si iscrisse alla corporazione dei pittori veneziani e al seguito dello zio, fece diversi viaggi formativi nel Veneto, a Roma, Firenze e Torino.

Nei primi tempi della propria formazione professionale, Bellotto si appoggiò al più famoso nome dello zio, chiamandosi anche lui "Canaletto".

Nel 1747, a soli ventisei anni, venne invitato dall'Elettore di Sassonia Augusto III a trasferirsi a Dresda. Qui ottenne subito fama e successo, anche a livello europeo, oltre che il ruolo di pittore di corte. Nel 1758 l'imperatrice Maria Teresa d'Austria lo chiamò a Vienna. Tre anni dopo fu a Monaco di Baviera, poi, dopo cinque anni tornò a Dresda, dove nel 1764 entrò a far parte dell'Accademia. Infine l'artista si trasferì a Varsavia, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita. Morì a Varsavia nel 1780.

Nel '700 non esistevano le cartoline illustrate, per non parlare delle macchine fotografiche con cui oggi documentiamo i nostri viaggi. Ma anche i viaggiatori dell'epoca - di solito persone ricche - volevano avere dei ricordi visivi dei luoghi visitati e ai regnanti delle capitali europei piaceva decorare i loro castelli con le vedute delle loro città.

Così nacque il genere pittorico delle vedute di cui Antonio Canal, detto Canaletto (1697-1768) fu il maestro indiscusso. Per il realismo quasi fotografico dei suoi quadri e la ricchezza dei dettagli raffigurati, ci dà un'idea abbastanza precisa non solo dell'architettura delle città dipinte, ma anche degli usi e costumi dei loro abitanti.

Mentre Antonio Canal è conosciuto soprattutto per le sue vedute di Venezia, suo nipote Bernardo Bellotto che ebbe un talento pittorico non inferiore al famoso zio, passò la maggior parte della sua vita all'estero e lasciò numerosi quadri con vedute di molte parti dell'Europa.

Nelle seguenti pagine si vedono le sue più note vedute di Vienna dove visse tra il 1758 e il 1761. Molti dei palazzi raffigurati nelle vedute di Bellotto sono perfettamente riconoscibili per l'osservatore di oggi, il che testimonia la particolare cura con cui l'Austria ha mantenuto e restaurato il suo vasto patrimonio architettonico.

Cliccate sulle miniatura a destra
per ingrandirle e per leggere le descrizioni.

Vedi anche:

ViennaTutte le pagine su Vienna
Tutto sulla grande capitale dell'Austria. [capitolo]

Dove soggiornare a Vienna?

Hotel a ViennaHotel a Vienna
Centro di prenotazione.

Volare con Austrian Airlines:

Per preparare meglio il vostro viaggio a Vienna:

Viaggiare in AustriaTutto per il vostro viaggio in Austria
La vostra agenzia di viaggi fai da te per l'Austria. [capitolo]

Iscrivetevi gratuitamente alla newsletter:


Dello stesso webmaster sono:

www.reise-nach-italien.de - Deutsches Italienportal
www.viaggio-in-germania.de - Portale italiano sulla Germania

Copyright